Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

Home

‘Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità’, di Julian Schnabel con Willem Dafoe

William-Dafoe
Da pittore a pittore: un omaggio al grande pittore Vincent Van Gogh (1853-1890) da parte di Julian Schnabel, pittore, regista e sceneggiatore statunitense, questo film, del 2018, durata 110 minuti. Rappresentato magnificamente da William James "Willem" Dafoe, che ha già dato prova della sua bravura in diversi film e che per il film biografico ‘Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità’ si è aggiudicato la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Un ruolo non facile da rendere, non solo per la grandezza artistica di Van Gogh ma soprattutto per la sua personalità visionaria...
Continua a leggere
  184 Visite
  0 Commenti

Lettera Aperta alle Madamine

no-tav-2
Un gruppo di docenti universitari propone di fare qualche passo avanti su una questione che rischia di basarsi su una tifoseria tribale più che su elementi razionali. Care Madamine, abbiamo letto e ascoltato vostri interventi riguardo alla nuova Linea Ferroviaria Torino-Lione. Ci sembra che attribuiate a quest’opera un valore del tutto simbolico, non ritroviamo nelle vostre parole né dati tecnici né scenari di futuro basati sulla realtà fisica, mentre compaiono soltanto aspettative generiche che nulla hanno a che vedere con un traforo sotto il massiccio dell’Ambin. Chi si oppone a tale opera lo fa da oltre vent’anni basandosi su grandezze...
Continua a leggere
  377 Visite
  0 Commenti

Il secolo di Rosa

154211-st-fancyzoom
Nella notte tra il 15 e il 16 gennaio 1919, esattamente un secolo fa, i FreiKorps di Noske soffocarono nel sangue i moti spartachisti di Berlino. Rosa Luxemburg fu arrestata assieme a Karl Liebknecht, entrambi assassinati e i loro corpi gettati in un canale. Il lascito teorico, politico, morale di Rosa Luxemburg ha vissuto però nel corso di questi 100 anni e vale proprio la pena, nell’occasione, riprendere alcuni passaggi. Rosa Luxemburg non si sforzò mai –come scrive Nettl – di dare forma a un sistema completo o addirittura logicamente compiuto. Non solo, infatti, esprimeva le sue idee quasi invariabilmente...
Continua a leggere
Tag:
  307 Visite
  0 Commenti

La rivolta degli operai: da Valdagno all’autunno caldo di Giuseppe Muraca

1969-Corteo-Meccanica
La rivolta degli operai: da Valdagno all’autunno caldo di Giuseppe Muraca Si è visto come nel corso della prima metà degli anni Sessanta, e in particolar modo in occasione dei fatti di Piazza Statuto, alcune avanguardie di giovani operai avevano scavalcato a sinistra le direzioni sindacali e il PCI, manifestando tutta la loro rabbia e mettendo in atto nuove forme di lotta e di protesta che erano sfociate in veri e propri scontri di piazza con le forze dell’ordine. Quello era il segnale più evidente di un malessere profondo e di un disagio della nuova leva operaia che al netto...
Continua a leggere
  282 Visite
  0 Commenti

"Buone feste vi dicono i padroni". 50 anni fa il 68 si chiude con la contestazione della Bussola

ANNI-70-BUSSOLA-CAPODANNO


Il 68 sta volgendo al termine. Gli echi della contestazione alla Scala di Milano da parte del Movimento Studentesco di milanese con i suoi contenuti di critica alla volgarità consumistica e all’esibizionismo sfrontato della borghesia, hanno un forte effetto nelle diverse situazioni di movimento. Il mese di dicembre è per tradizione il mese delle merci, il mese in cui milioni di italiani bruciano la tredicesima in acquisti e regali. Il movimento si muove, in quest’ultimo mese del 1968, proprio all’attacco dei riti del Capodanno borghese. La contestazione della Scala innesca un processo a catena che culmina con gli scontri davanti...
Continua a leggere
  489 Visite
  0 Commenti

Fiat Chrysler: trattativa o ennesima sconfitta annunciata?

1
Fiat Chrysler(Fca), ex Fiat, ha delocalizzato gran parte delle sue produzioni, poli industriali come Mirafiori sono destinati alla chiusura, non esiste alcuna certezza che le poche migliaia di lavoratori in cassa integrazione tornino in produzione a Pomigliano o a Torino. tutti gli impegni assunti nel corso degli anni per il ritorno in produzione e il rilancio dei siti produttivi sono stati disattesi, a credere alla Fca sono rimasti solo i sindacati complici, non certo gli operai sempre più rassegnati. In questo contesto di depauperamento produttivo sta andando avanti la contrattazione per il rinnovo del contratto aziendale ma allo stesso tempo, silenziosamente, parte anche la trattativa al...
Continua a leggere
  236 Visite
  0 Commenti

Di Maio: un Ministro che taglia le risorse alla sicurezza sul lavoro

973aada74fd128f902b5f662f44b1ed1
L’eutanasia dei pentastellati e un Ministro del Lavoro che non si accorge neppure delle devastazioni che produrrà il calo delle risorse sulla Sicurezza Nel cuneo fiscale c’è un emendamento che propone una riduzione dei contributi INAIL del 30%. La proposta di modifica prevede la revisione delle tariffe dei premi e dei contributi INAIL per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. Non ho parole. Ma come i morti sul lavoro aumentano come non mai e questi tolgono risorse che servono anche ad arginare il fenomeno. Si, li ho votati i pentastellati. Pensavo, tanto fare peggio di quelli che li hanno preceduti...
Continua a leggere
  494 Visite
  0 Commenti

Non ci sono misteri nelle bombe della strategia della tensione

5b1c4-pinelli
La recente morte di Licio Gelli e il ricordo della strage di Piazza Fontana hanno consentito al circo massmediatico di potersi esercitare nel solito repertorio di consolidate banalità. La storia degli anni 60 e 70 sarebbe stato il campo in cui si sono scontrati “opposti estremismi”, in cui si sono tessute “trame oscure” e occultati “misteri” che non saranno mai chiariti. Per noi non c’è nulla di oscuro nelle bombe sui treni, nelle banche e nelle piazze. Non ci sono misteri nelle trame che hanno agito nel tentativo di chiudere gli spazi all’emergente ondata operaia, studentesca e proletaria di quegli...
Continua a leggere
  450 Visite
  0 Commenti

Gli attentati del 12 dicembre 1969 aprono uno dei periodi più bui e drammatici della storia del nostro Paese

strage-piazza-fontana
di Giuseppe Muraca Con gli attentati del 1969 e la strage di Piazza Fontana del 12 dicembre e la morte di Pinelli, si conclude la fase più esaltante del ’68 e dell’autunno caldo e si apre uno dei periodi più bui e drammatici della storia del nostro paese, di grande instabilità politica, con un clima di violenza che ha lasciato dietro di sé una scia di sangue e decine e decine di morti. <<Alla gioiosità del sessantotto, segue la cupezza degli anni settanta, alla creatività dei cortei studenteschi seguono le barriere dei servizi d’ordine>>, la loro militarizzazione. Da quel momento ebbe...
Continua a leggere
  309 Visite
  0 Commenti

I vortici elettrizzanti di Ennio Calabria

catania-foto
I VORTICI ELETTRIZZANTI DI ENNIO CALABRIA Scrivere di Ennio Calabria è un privilegio. Mi è capitato altre volte ma oggi lo voglio fare in modo diverso. Vorrei trasmettere, cioè, non un’idea o un insieme di idee su di lui e sulla sua ricerca pittorica ma piuttosto il senso fisico di una necessità: come mangiare, bere, respirare. Parlo della necessità, anzi dell’urgenza di non perdere la grande retrospettiva ottimamente curata da Gabriele Simongini e allestita, come meglio non si poteva, con il contributo prezioso di Rita Pedonesi, che, fino al 12 gennaio, sarà visitabile al Museo di Palazzo Cipolla di Via...
Continua a leggere
Tag:
  290 Visite
  0 Commenti

Le parole rubate. Contro-dizionario per la sinistra

parole-rubate
di Roberto Gramiccia e Simone Oggionni Prefazione di Alberto Olivetti Mimesis edizioni, 2018   Chiarire le nozioni, screditare le parole intrinsecamente vuote, definire l’uso delle altre attraverso analisi precise, ecco un lavoro che potrebbe preservare delle vite umane. (S. Weil, 1937)  All’inizio del nuovo secolo, nel corso del video-documentario “In viaggio con Vittorio Foa”, a cura di Paolo Medioli, l’ormai anziano ex azionista poneva la questione nascente dell’“irrilevanza della parola”: di una parola, cioè, destituita da qualsivoglia univocità e conseguente obbligo di osservanza. Una parola “liquida”, diremmo oggi, che non designa più i confini stessi della “cosa” rendendosi intercambiabile ad...
Continua a leggere
  449 Visite
  0 Commenti

La santa alleanza delle Grandi opere

45719573_1138054179684249_6440976335698395136_n
Per sconfiggere gli operai della Fiat, quasi 40 anni fa i padroni organizzarono a Torino la famosa marcia dei 40 mila (che poi 40 mila non erano) con l'attivo sostegno di Confindustria ma anche di partiti dell'arco parlamentare. Quadri e impiegati Fiat scesero in piazza con le famiglie al completo per chiedere la fine dei picchettaggi ai cancelli di Mirafiori dopo la decisione di mettere in cassa integrazione l'intera maestranza. "Vogliamo la trattativa non la morte della Fiat" era scritto nello striscione di apertura del corteo. Le forze del dialogo contrapposte alle lotte operaie, peccato che quel dialogo a distanza di...
Continua a leggere
  358 Visite
  1 Commento

I ragazzi che volevano fare la rivoluzione. Un libro di Aldo Cazzullo Recensione di Giuseppe Muraca.

img20181105_22453158---collegamento

Recensione di Giuseppe Muraca Arricchito da una nuova introduzione, l’editore Sperling & Kupfer ripubblica ad otto anni dall’edizione mondadoriana il libro di Aldo Cazzullo, I ragazzi che volevano fare la rivoluzione, Storia critica di Lotta continua. Si tratta di una scelta editoriale azzeccata perchè è un libro importante, scritto da un ottimo giornalista, animato dalla passione e dalla volontà di conoscere e di capire.   Attraverso le testimonianze dei protagonisti, arricchite dalle riflessioni dell’autore, si cerca di scavare nelle vicende personali e in quella collettiva per seguire il filo di una storia attraverso le fasi più salienti di una stagione...
Continua a leggere
  521 Visite
  0 Commenti

1 Novembre 1969 esce il primo numero di Lotta Continua

1-1-a-marx-lc---collegamento-B

Il primo numero di “Lotta Continua” esce a Milano il 1° novembre 1969; 12 pagine a rotocalco, molte foto, fumetti di Giancarlo Buonfino; tiratura: 65.000 copie diffuse con la “vendita militante”. Direttore responsabile è Piergiorgio Bellocchio. “L’idea di questo giornale – è scritto nella presentazione – è quella di trovare i nessi per saldare le lotte operaie con quelle degli studenti, dei tecnici, dei proletari più in generale, in una prospettiva rivoluzionaria”. Il punto di riferimento è la lotta autonoma della Fiat, l’obiettivo è quello di creare “ uno strumento di intervento generale nella lotta di classe, che rappresenti un...
Continua a leggere
  979 Visite
  0 Commenti

Restiamo umani, ma torniamo ostili. Lotta continua di ottobre in diffusione.

0001-B
Articoli e interventi. Quale antirazzismo? L’estate 2018 è stata vissuta all’insegna della battaglia “ideale” fra razzismo e antirazzismo. Quale antirazzismo dovrebbe affermarsi? Secondo noi l’antirazzismo per acquistare forza e credibilità deve saper parlare anche dei problemi sociali, deve essere accompagnato da pratiche coerenti, individuare le cause dei flussi migratori. Lotta di classe e antirazzismo si intrecciano si intrecciano e assumono la valenza di una forte opposizione culturale, sociale e politica al modo di produzione capitalistico. La solidarietà non si arresta. Comunicato di solidarietà e complicità con Mimmo Lucano. La migliore difesa dall’attacco al modello Riace è quello di diffonderlo. Accordo...
Continua a leggere
  5952 Visite
  0 Commenti

La banalità del male

mimmo-b
Non mi fa orrore il sindaco di Lodi che separa i bambini bianchi dai bambini "stranieri" (ammesso che un bambino possa mai essere considerato uno straniero), che li esclude dalla mensa dei bianchi e che li costringe a fare ogni mattina 6 chilometri a piedi perché l'autobus è loro precluso. Non mi fa orrore l'arresto del sindaco di Riace colpevole di un matrimonio messo in piedi per impedire a una persona di essere mandata via dal Paese. Non mi fa orrore la circolare del Viminale che deporta un intero paesino ricostruito da zero dai migranti, dove nessuno faceva del male...
Continua a leggere
  1102 Visite
  0 Commenti

I bagliori del crepuscolo, autunno 1980.

1-giovanni-f
ASSEMBLEA AL CINEMA SMERALDO. TORINO 15 OTTOBRE 1980 (…) Infine prende la parola Giovanni Falcone. Il suo discorso è un lucido testamento politico collettivo, filtrato dal linguaggio caldo, diretto, dell’autobiografia: “Un compagno, poche sere fa – racconta a un uditorio fattosi d’improvviso muto – mi diceva: ‘è un fatto storico. Un altro compagno come noi aveva parlato nel 69, stavolta parli tu, e si chiude un’epoca. Allora si apriva, ora si chiude’. Mi lascia l’amaro in bocca questo. Perché per me dodici anni di lotta non sono stati semplicemente dodici anni di lotta così, ma è stata una lunga esperienza...
Continua a leggere
  599 Visite
  0 Commenti

Riace delenda est, Riace deve essere distrutta .

mimmo8
Il giro di vite promesso da Salvini è arrivato, con un attacco frontale all'esperienza di Riace. In 21 pagine di infamia, il ministero dell'interno ha disposto: «la revoca dei benefici accordati, l'eventuale recupero di crediti già erogati, (e soprattutto) il trasferimento/uscita degli ospiti in accoglienza».  Ormai è guerra sul piano umano, sociale, politico. La scelta dei tempi dell'azione fa sospettare anche l'intento di distrarre l'attenzione dalle difficoltà del Governo a chiudere la legge di bilancio. La deliberazione del Ministro degli Interni impone la chiusura di tutti i progetti in corso e il trasferimento dei migranti in centri di raccolta. A...
Continua a leggere
  2263 Visite
  0 Commenti

Le app che distruggono le professionalità abbassando il costo del lavoro

app
Oggi i professionisti sperimentano sulla loro pelle quanto è già accaduto da anni agli operai ossia la progressiva riduzione del costo della manodopera, il venir meno dei contratti nazionali e di un sistema di regole a tutela dei lavoratori.  La tecnologia e le moderne app all'attacco delle corporazioni? In rete basta navigare per qualche minuto e accorgersi delle innumerevoli offerte, piattaforme on line costruite appositamente per offrire servizi a costi decisamente irrisori rispetto ai prezzi di mercato. E così sarà possibile acquistare un complesso documento di valutazione del rischio o un attestato di  prestazioni energetiche o la certificazione antisismica o moduli già...
Continua a leggere
  1058 Visite
  0 Commenti

La solidarietà non si arresta

mimmo8
02.10.2018 L'arresto di Domenico Lucano, sindaco di Riace, con l'ignobile aggiunta del divieto di dimora per la sua compagna Tesfahun Lemlem, è un attacco pesante a un modello sociale che va ben oltre la semplice accoglienza: questa non è la storia di un inquisito, ma di una comunità vivente. In effetti il 'modello Riace' in questo momento è forse il più avanzato esperimento di economia solidale applicata su un territorio omogeneo: un'economia che opera una reale ridistribuzione della ricchezza sociale, inclusiva e universale, con tutta la creatività necessaria a gestire pochi fondi Riace è paese di emigranti da almeno cent'anni,...
Continua a leggere
  675 Visite
  0 Commenti

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Joomla Extensions
Sghing - Messaggio di sistema