Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

Ventimiglia: l’attacco alla solidarietà.

20-k

A partire dal primo Gennaio 2019 lo spazio Eufemia - Info&Legal point, situato in via Tenda 8/c, gestito da volontari/e di Associazione Iris, Popoli in Arte e dai solidali di Progetto20k, smetterà di esistere. Quantomeno nell’ultima forma che questo spazio ha conosciuto, ossia come punto di riferimento fisico e come luogo di supporto materiale, tramite il quale dare informazioni e strumenti a chi transita a Ventimiglia, affinché possa decidere in autonomia come muoversi sul territorio e tra le reti delle normative europee.
Questo perché Eufemia disturba, dà fastidio, creando e sostenendo pratiche di solidarietà laddove non si vorrebbe altro che ostilità o, tutt’al più, indifferenza. Eufemia è un processo collettivo che da più di due anni racchiude progetti e azioni che cercano di non abbandonare le persone in difficoltà, di non lasciarle cadere nell’oblio. Uno spazio che accoglie, che crea un ambiente protetto dove convergono i soggetti più vulnerabili, come le tante donne sole, spesso con bambini piccoli, e le centinaia di minori non accompagnati che lottano per potersi ricostruire una vita. Ma accoglie anche la società civile solidale, come studenti, scout, giornalisti e ricercatori, che trovano un punto di riferimento dove collaborare e confrontarsi per comprendere la frontiera ed insieme sviluppare azioni inclusive e positive in contrasto con quelle repressive.
Eufemia non poteva essere sgomberata nel senso stretto del termine poiché possiede un regolare contratto di affitto, che però non è stato rinnovato a causa delle pressioni del vicinato e del “comitato di quartiere” delle Gianchette, che si è mobilitato duramente contro Eufemia, puntando il dito contro uno dei pochi spazi rimasti in città in cui si possono incontrare persone e pratiche solidali, un punto di raccolta di informazioni e testimonianze di ciò che avviene alla frontiera italo-francese.
Nessun altro proprietario di immobili Ventimiglia ha accettato di affittare all’associazione. Non c’è una motivazione precisa o pratica. I locali non sono stati in alcun modo danneggiati, il contratto è regolare e l’affitto è sempre stato pagato nelle giuste tempistiche, così come le utenze. In sostanza la nostra presenza qui non è più tollerata. Prima non era gradita, ora la si vuole ostacolare e allontanare in modo definitivo. Questo non è quindi uno sfratto, ma un chiaro gesto politico.
Il clima ostile verso il progetto 20k non viene alimentato solo dalla popolazione del vicinato; è stato infatti lo stesso sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano, ad osteggiare sin da subito qualsiasi realtà non istituzionale che abbia cercato di inserirsi sul territorio, tramite ordinanze ad hoc e negazione di qualsiasi apertura al dialogo ed alla collaborazione. Un processo che si inserisce nel disegno italiano ed europeo di repressione nei confronti di tutti coloro che continuano a testimoniare ciò che succede e che non vogliono piegarsi alle narrazioni populiste e razziste diffuse ormai da tempo.
Per questi motivi, Eufemia non vuole e non può cedere a queste intimidazioni. Progetto20k chiama tutti i solidali a prendere voce in questa fase di ridefinizione: cerchiamo nuovi locali, nuovi spazi dove insediarci e nuovi fondi poter ricreare e reinventare tutto ciò, in questa città difficile che ci vedrà sempre in prima linea.
Per questo, parte oggi anche una campagna di crowdfunding, che potete trovare qui http://sostieni.link/20388 dove è possibile leggere anche maggiori dettagli sui progetti che abbiamo portato avanti fino ad ora, e che riteniamo fondamentale non interrompere.
Noi, solidali di Progetto20k, Progetto Melting Pot, insieme ai singoli ed alle realtà che fino ad ora hanno animato Eufemia, chiediamo massima diffusione e condivisione per questo comunicato e invitiamo tutti coloro che possono a raggiungerci sul territorio a partire dal 21 Dicembre, per discutere, condividere e proporre idee e soluzioni, per cominciare il 2019 con una nuova pagina della storia di questa frontiera dimenticata da tutti.

PROGETTO 20 K

Il Natale degli sgomberi e delle morti sul lavoro
Il governo gialloverde annuncia un 2019 di sgomber...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 15 Novembre 2019

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Joomla Extensions
Sghing - Messaggio di sistema