Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

La retorica dell’abusivo e la legalità a senso unico

La retorica dell’abusivo e la legalità a senso unico

ABUSIVO (dal Vocabolario Treccani): fatto per abuso, proveniente da abuso, che costituisce abuso; fatto o comportamento che contravvenga comunque a una norma; riferito a persona, che esercita un'attività senza averne il diritto; Avv. abusivamente: in modo abusivo, illecitamente, arbitrariamente.

Nell'epoca moderna la parola "abusivo" riecheggia quotidianamente nelle nostre menti, la si può trovare facilmente sfogliando un giornale, ascoltando la radio, seguendo un telegiornale, leggendo articoli di cronaca sul web, frequentando i social-network.

Si tratta di un termine del quale viene fatto un uso intensivo, quasi un... ABUSO

In realtà, analizzando meglio l'utilizzo della parola "abusivo", si può affermare senza ombra di dubbio che la sua accezione viene utilizzata solo parzialmente, per riferirsi con forte negatività ad alcuni soggetti, ai "diversi", a quelli che in qualche modo danno fastidio. Tipicamente, infatti, il termine abusivo viene accostato alla situazione di chi è irregolare nel territorio italiano, di chi esercita il commercio senza averne titolo, ...

E come etichettare, invece, l'imprenditore non in regola con la posizione contributiva per i propri dipendenti? Non è forse un abusivo? Secondo il vocabolario Treccani sì, avendo posto in essere un comportamento (abusivo) vietato dalla normativa. 

 E coloro che, invece, si rendono autori di evasione fiscale? Non sono forse abusivi?

E il fenomeno della corruzione, che affligge ancora oggi il nostro paese, non è forse un esempio di abusivismo? E l'abusivismo edilizio, i prezzi gonfiati ad arte nelle zone turistiche?

In tutti questi casi, invece, non viene mai usata la parola abusivo, segno evidente che il termine ha ormai acquisito un significato fortemente dispregiativo: l'abusivo è colui che vive nel mondo del degrado urbano, nella sua più ampia accezione, spesso costretto a vivere di espedienti al margine della società.

Ecco, l'abusivo e la marginalità sono due concetti strettamente legati: vivi al margine della società, non hai diritto di farne parte, quindi la tua è una presenza abusiva nella mia società e come tale deve essere contrastata, in nome della sicurezza. La sicurezza...

È sufficiente, invece, essere l'amministratore di una grossa società, indossare giacca e cravatta ovviamente "firmati", poi se anche si è complici di false scritture in bilancio, di corruzione, di speculazione a danno della collettività, se invochi la ruspa contro i migranti e i fannulloni ma poi per un anno riscuoti al Parlamento europeo senza mai presiedere in aula... allora va tutto bene: la parola abusivo non è coniata per descrivere un manager di impresa!

Il compito principale di uno Stato, e di conseguenza di un Comune con riguardo alla comunità che rappresenta, dovrebbe consistere nel garantire il benessere della collettività attraverso la scrittura, con metodo democratico, di regole che tutti sono chiamati a rispettare e attraverso la previsione di organi di controllo chiamati a verificare il rispetto delle regole stabilite, nonché la previsione di organi che giudicano in merito al mancato rispetto delle regole. 

Tutte le regole, che complessivamente danno vita all'ordinamento giuridico, hanno, anzi dovrebbero avere, pari valore, rispettate perseguendo tutti gli abusi(vi) 

In altre parole, se è giusto contrastare il fenomeno della vendita di merce senza autorizzazione, nello stesso modo e con la stessa forza è necessario combattere corruzione e concussione, evasione ed elusione fiscale, reati contro la persona, ogni forma di discriminazione... altrimenti qual è il messaggio che si vuol dare all'opinione pubblica?

Federico LC Pisa

Pubblicato da Delegati e Lavoratori Indipendenti Pisa

Pentaleghismo e media: un amore che viene da lonta...
Aeroporti: massimi profitti e massimo sfruttamento
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 21 Ottobre 2018

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Joomla Social Extensions
Sghing - Messaggio di sistema