Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

Un nuovo patto concertativo all'orizzonte?

crisi
Il presidente di Confindustria Bonomi dalle pagine del Sole 24 Ore lancia un messaggio distintivo alla Cgil asserendo «Con i sindacati lavoriamo insieme per agganciare le transizioni, l’anno prossimo banco di prova per i rinnovi dei contratti» Non sappiamo ancora se tale invito sarà raccolto ma stando alla esperienza maturata in questi anni siamo certi che le parti datoriali non tarderanno ad incontrarsi per cercare una intesa da riportare anche ai tavoli del Governo. Il 2024 sarà un anno importante per il rinnovo di numerosi contratti già scaduti nel settore privato (ma anche per i 3,2 milioni di dipendenti della PA). L'obiettivo padronale...
Continua a leggere
  2422 Visite
  0 Commenti

GIU’ LE MANI DALLA RESISTENZA PALESTINESE! SOLIDARIETA’ AI CARC

Palestina-per-stamp_20231125-112520_1
 Esprimiamo la nostra solidarietà al partito dei CARC, attaccato strumentalmente dalla stampa locale e nazionale per il contenuto di un volantino diffuso sabato 18 novembre alla manifestazione di Firenze in solidarietà al popolo palestinese.Il modo di operare di questi “manganellatori” a mezzo stampa lo conosciamo bene: equiparare ogni forma di resistenza al terrorismo, in modo da criminalizzare ogni percorso di lotta e liberazione.Conosciamo bene anche il loro obiettivo: oscurare il sostegno popolare alla resistenza palestinese e provare a dividere un movimento che unisce le comunità della diaspora palestinese, i giovani delle comunità arabe alle varie anime della sinistra di classe del...
Continua a leggere
  2668 Visite
  0 Commenti

La caduta libera dei salari.

salario-minimo-cgue-aggiudicazione-appalti-esclusione

fonte Fondazione di VittorioCi sono voluti tre anni perchè l'economia tornasse ai livelli antecedenti la pandemia ma subito dopo è arrivata una nuova crisi scatenata dalla guerra e dal rincaro dei generi di prima necessità. Nel frattempo i salari italiani sono risultati in caduta libera e quasi un quarto degli stessi è risultato in fase recessiva mentre per molti altri invece resta fermo perdendo potere di acquisto.Questo ed altro troviamo nella Ricerca della Fondazione Di Vittorio della Cgil : Lo stress aumenta, lo stipendio no - CollettivaSempre più diffusa è la percezione della perdita salariale e del potere di acquisto, della incapacità...
Continua a leggere
  3388 Visite
  0 Commenti

L'Italia cresce meno di ogni altro paese UE

decrescita
 L'Italia cresce meno di ogni altro paese Ue La irreversibile crisi di un capitalismo decadente che punta tutto sulla riduzione del potere di acquisto e i bassi salariStrano a dirsi ma l'Italia è il fanalino di coda dei paesi dell'area euro, del resto negli ultimi 40 anni i nostri salari sono rimasti praticamente fermi mentre crescevano in ogni altra nazione Ue, abbiamo perso potere di acquisto tanto nel privato quanto nel pubblico dove i 9 anni di blocco della contrattazione e delle assunzioni ci hanno regalato la forza lavoro più vecchia in assoluto, la meno formata e motivata e anche tra le...
Continua a leggere
  3217 Visite
  0 Commenti

Una manovra lacrime e sangue

manovra
Una manovra lacrime e sangueSi annuncia una manovra in deficit per coprire provvedimenti clientelari. Manca qualsiasi indirizzo per il rilancio dell'economia e per risanare pensioni e sanità.di Federico Giusti 06/10/2023Sulle pagine di qualche giornale leggiamo che prima ancora della classica manovra di Bilancio di fine anno ve ne sarà una straordinaria da approvare in autunno.Ci sono 15,7 miliardi di euro in deficit a disposizione per finanziare parte delle misure previste nella prossima legge di Bilancio. L'indebitamento, in accordo con l'Unione Europea, è per il rilancio dell'economia nazionale o per trovare copertura a provvedimenti temporanei dai quali dipende la tenuta della attuale...
Continua a leggere
  2736 Visite
  0 Commenti

STOP alla pulizia etnica dei curdi! Stop ai crimini di guerra dello Stato turco

curdi
STOP alla pulizia etnica dei curdi! Stop ai crimini di guerra dello Stato turco Ieri il ministro degli Esteri turco Hakan Fidan ha dichiarato pubblicamente che tutte le infrastrutture e gli impianti energetici in Rojava/Siria settentrionale e orientale (NES) e nel nord dell'Iraq/Kurdistan iracheno sono "obiettivi legittimi", sebbene gli attacchi militari alle infrastrutture civili violino chiaramente le leggi e le convenzioni umanitarie internazionali. Il Ministro della Difesa turco Fidan ha affermato, senza prove, che i responsabili dell'attacco al Ministero degli Interni turco del 1° ottobre provenivano dalla Siria. Poche ore dopo queste dichiarazioni, gli aerei da guerra turchi hanno bombardato il quartiere di...
Continua a leggere
  2172 Visite
  0 Commenti

Solidarietà agli studenti e alle studentesse manganellati\e a Torino

basta-repressione
E a corollario dell'azione di Governo della destra non potevano mancare i manganelli branditi dalle forze dell'ordine contro studenti\sse che avevano organizzato una manifestazione di protesta in occasione della visita del premier Meloni.Cariche continue, l'ultima assai violenta sotto la Mole, per impedire al corteo di avvicinarsi ai palazzi del potere.L'Italia delle Regioni invoca autonomia differenziata, il Governo raschia il fondo del barile e annuncia nuove privatizzazioni mentre regala soldi alle imprese tra riduzione del cuneo fiscale, sgravi e finanziamenti vari.I salari italiani hanno perso potere di acquisto come mai accaduto in altri paesi Ue, la soluzione per il Governo è raschiare...
Continua a leggere
  2267 Visite
  1 Commento

Mondo del lavoro: considerazioni spicciole

lavoro-futuro_800x420
Mondo del lavoro: considerazioni spicciole  I robot e l'intelligenza artificiale hanno ridotto l'occupazione industriale? In parte sì ma la causa principale è data dalle delocalizzazioni produttive.L'avvento delle innovazioni tecnologiche crea nuovi posti di lavoro nel terziario, nel controllo delle tecnologie, nelle economie cosiddette immateriali. Considerare i processi tecnologici come causa primaria della perdita occupazionale è in buona parte erratoLa finanziarizzazione ha aumentato i profitti e le disuguaglianze sociali ed economicheIl neoliberismo ha reso vulnerabili e deboli i lavoratori e la stessa rappresentanza sindacale ha subito contraccolpi negativiLa rivoluzione tecnologica può essere in parte modificata e gestita dal conflitto nei luoghi di...
Continua a leggere
  1711 Visite
  0 Commenti

Stop ai progetti di morte. No alla base militare a Pisa e Pontedera!

coltano_nodica_receiver_site
La notizia dello spacchettamento di una nuova base militare, inizialmente prevista a Coltano, tra Pisa e Pontedera scuote la Toscana, a poco più di un anno della scoperta del progetto che era stato tenuto segreto dalle istituzioni nazionali, regionali e locali. Dopo le poteste e la nascita del movimento No Base, che il 2 giugno del 2022 aveva portato in strada diecimila persone per opporsi all’ennesima cementificazione del territorio per scopi militari, il piano per la base a Coltano, nel territorio del parco naturale di San Rossore, era stato accantonato in favore di un suo spezzettamento.È così che Governo, Regione, Provincia,...
Continua a leggere
  1481 Visite
  0 Commenti

Tagli a sanità e servizi sociali: il Governo continua la guerra contro il Welfare

pronto-soccorso-ospedale
Non ci sono soldi per la sanità e il ritorno del covid rappresenta una concreta minaccia per la salute pubblica con ospedali al collasso tra carenze croniche di infermieri, medici e personale sanitario e il progressivo disinvestimento da parte dello Stato. Metà delle risorse necessarie saranno tagliate dal Governo e in autunno ci ritroveremo in quella situazione di emergenza, con la congestione dei reparti, dalla quale per altro non siamo mai usciti. Dopo due anni di investimenti parziali già dal 2022 le risorse destinate alla sanità sono state tagliate e permanendo i numeri chiusi per l'accesso alle facoltà sanitarie è ipotizzabile...
Continua a leggere
  1413 Visite
  0 Commenti

Aggravamento della misura cautelare nei confronti del compagno di Spoleto indagato nell’operazione Scripta Scelera (29 agosto 2023)

basta-repressione
Riceviamo e pubblichiamo da Casa Rossa di SpoletoAggravamento della misura cautelare nei confronti del compagno di Spoleto indagato nell’operazione Scripta Scelera (29 agosto 2023)Informiamo che il 29 agosto è stata aggravata la misura cautelare nei confronti di Michele, compagno anarchico coinvolto nell’indagine Scripta Scelera contro il quindicinale anarchico internazionalista “Bezmotivny”. Nel contesto dell’operazione dell’8 agosto il compagno era stato destinatario dell’obbligo di dimora con rientro notturno dalle ore 19:00 alle 07:00, una misura stabilita dal giudice per le indagini preliminari Ghio in relazione all’accusa di istigazione a delinquere (art. 414 c. p.) aggravata dalla finalità di terrorismo. A seguito di un’annotazione...
Continua a leggere
  1582 Visite
  0 Commenti

Keu, avvelenati dal profitto. I fanghi della vergogna fra il processo e l’attesa di una bonifica

pelli-3
Il 29 agosto si è tenuto al circolo Arci Il Botteghino (La Rotta, PI) un interessante incontro dal titolo “Keu: avvelenati dal profitto. I fanghi della vergogna fra il processo e l’attesa di una bonifica”[1]. È stata un’occasione di confronto importante e necessaria, a quasi due anni dallo scoppio dello scandalo[2] che ha travolto il settore conciario di Santa Croce sull’Arno (PI).È infatti dal 2021 che il Keu sta avvelenando i nostri territori, senza che vi sia nessuna certezza sulle modalità e sulle tempistiche di bonifica delle aree contaminate. Ad aprile una ricerca svolta dall’università di Pisa, in collaborazione con Arpat...
Continua a leggere
  1913 Visite
  0 Commenti

Luigi Balsamini, Marco Rossi, I Ribelli dell’Adriatico, L’Insurrezione di Valona e la rivolta di Ancona del 1920

ribelli
Luigi Balsamini, Marco Rossi, I Ribelli dell’Adriatico, L’Insurrezione di Valona e la rivolta di Ancona del 1920 Milano, Zero in condotta, 2021, I ed. 2020, pp. 157, € 10.00.Un giorno la ricerca futura potrebbe parlare d’una serie di pubblicazioni da far risalire, aldilà delle tematiche, al periodo pandemico, quando, chiusi in casa (chi si ricorda il lockdown?), i saggisti, con quello che avevano a disposizione, ne hanno approfittato per metter mano a qualche oggetto di studio, lasciato lì da tempo, facendogli guadagnare la dignità di monografia.Il volumetto è infatti uscito in prima edizione proprio nel giugno 2020, esattamente nel centenario del fatto...
Continua a leggere
Tag:
  1895 Visite
  0 Commenti

Una posizione di classe sul salario minimo

SALARIO-MINIMO-grillo-conte
Una posizione di classe sul salario minimo Il salario minimo introduce disparità come asserito da Confindustria?Su un punto sembrerebbero tutti concordi ossia sulla necessità, e la urgenza, di contrastare lavoro povero e precarietà divenuti sempre meno sostenibili socialmente, ma anche e soprattutto ostacolo al funzionamento dei rapporti di produzione capitalistici. I bassi salari sono tuttavia una necessità per intere aree del capitalismo e anche nei paesi avanzati, prova ne sia l'affidamento di servizi ad appalti e subappalti con paghe orarie da fame.Una diffusa precarietà alla lunga non permette ai datori di investire in formazione e programmazione ammesso, ma non concesso, che vogliono farlo...
Continua a leggere
  1634 Visite
  0 Commenti

Vita da stagista

salari Manifestazione precari
Sulle pagine de Il Fatto Quotidiano prosegue la pubblicazione di articoli che fotografano la situazione di precarietà lavorativa ed esistenziale nella quale sono costretti\e a vivere in tanti tra nero, mancata applicazione dei CCNL e paghe irrisorie. Ci siamo ricordati della testimonianza raccolta in un piccolo Ente Locale della Toscana (tramite la Cub Pubblico Impiego) sulla esperienza, tragicomica, da stagista, la riportiamo (mesi dopo averla raccolta) perchè sempre attuale. Mi chiamo M.R, 26 anni, laurea triennale in ..., vengo chiamata come stagista al Comune di ....., formalmente dovrei partecipare a un progetto destinato ai giovani per coinvolgerli negli eventi turistici e culturali.Mi presento...
Continua a leggere
  1302 Visite
  0 Commenti

Se le banche tengono il cappio al collo dello Stato

disuguaglianze-sociali
Riceviamo e publichiamo da Blog lavoratori e delegati indipendentiUn quarto del debito pubblico italiano è nelle mani degli istituti di credito, di conseguenza non possiamo aspettarci decisioni radicali da parte del Governo dentro il quale ci sono componenti che tendono ad affievolire il già esiguo prelievo degli extraprofitti escludendo riducendo il numero delle Banche interessate. Un quarto del debito pubblico italiano è nel portafoglio degli Istituti di credito e dai fondi e dalle sgr da loro controllati.SGR ossia “Società di Gestione del Risparmio”, sono  promosse da banche, assicurazioni, grandi società finanziarie. Le Sgr creano i fondi comuni di investimento e gestiscono i...
Continua a leggere
  1343 Visite
  0 Commenti

LO STATO CONTRO LA STAMPA LIBERA. ARRESTARE, CONFINARE, REPRIMERE, PER CHIUDERE I GIORNALI ANARCHICI

polizia_antisommossa_caschetto_repressione
Riceviamo e pubblichiamo da "Casa Rossa" di SpoletoIL Giudice dell'operazione Bezmotivny, che ha portato all' arresto di Gaia, Gino, Gigi e Paolo e al confino per altri cinque compagni, tre in Toscana, uno a Spoleto e uno all'Aquila, dice senza mezzi termini, impedire con ogni mezzo la pubblicazione del giornale, lo scopo è questo, non altro, non reprimere reati, indicati come tali dal codice penale.VEDIAMO SE BASTA DICE IL GIUDICE, SE NON BASTA PASSIAMO AL CARCERE PER TUTTI, COME AVEVA RICHIESTO IL PM."Il contenimento in ambiente domiciliare dei principali indagati […] appare ragionevolmente in grado di ostacolare sia tutta l’attività prodromica alla...
Continua a leggere
  1668 Visite
  0 Commenti

La nostalgia dell'impero e dell'ideologia militar fascista?

Esercito
Fino a pochi giorni fa alla guida dell’Istituto geografico militare sedeva il generale Vannacci poi rimosso  e trasferito ad altro incarico  dal ministro della Difesa che ha parlato di avvio di un provvedimento disciplinare rivendicando al contempo il dovere etico e morale di non procedere con giudizi sommari. La storia ha riempito i giornali agostani, certa stampa di destra ha trasformato il generale in una sorta di vittima del politically correct, di quella egemonia culturale perbenista che albergherebbe a sinistra contaminando il pensiero collettivo, grazie a docenti ed intellettuali.  Roberto Vannacci ha  comandato i soldati in Afghanistan e in Iraq  e alla...
Continua a leggere
  1698 Visite
  1 Commento

Politiche attive del lavoro: carenti e insoddisfacenti Intervista ai compagni della redazione pisana

disoccu
Politiche attive del lavoro: carenti e insoddisfacentiIntervista ai compagni della redazione pisana7 lavoratori disoccupati su 10 aspettano oltre sei mesi prima di trovare un nuovo lavoro, molti attendono anni...Quali sono i dati generali del problema?Partiamo da documenti ufficiali per fornire dati incontrovertibili, basta andare sul sito Anpal e scaricarliBollettino Excelsior: 293mila assunzioni previste ad agosto - Bollettino Excelsior: 293mila assunzioni previste ad agosto - ANPALIntanto si capisce che la richiesta di lavoratori\trici arriva soprattutto dalla industria e in misura minore dal variegato mondo dei serviziSi parla di 389 mila assunzioni nel trimestre estivo per la industria e poco più di 200...
Continua a leggere
  1561 Visite
  0 Commenti

Pronti soccorsi a pagamento: il modello sanitario americano si va affermando

pronto-soccorso-ospedale-fiorenzuola
Pronti soccorsi a pagamento: il modello sanitario americano si va affermando  La sola idea di un pronto soccorso a pagamento negli ospedali pubblici dovrebbe far rabbrividire e indignare, la opportunità di evitare le attese pagando un oneroso ticket dovrebbe indurci a una riflessione su cosa sia divenuta la sanità pubblica con una disparità di cura su base censocratica.Dopo anni di privatizzazione della sanità lombarda non ci dobbiamo certo meravigliare, quanti dispongono delle risorse economiche potranno accedere a servizi medici senza attendere lunghe code o prenotare in anticipo le necessarie prestazioni.L' ambulatorio ad accesso diretto è già stato attivato all’interno delle strutture Sanitarie del Gruppo San...
Continua a leggere
  2542 Visite
  1 Commento

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Sghing - Messaggio di sistema