Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

Vertenza aeroporto Galilei facciamo il punto

aeroporto-di-pisa
 Domande e risposte dalla Cub sulla vertenza del GalileiD. Dopo settimane di iniziative separate torna l'unità dei lavoratori e delle sigle sindacali?L'unità si costruisce nella radicalità e nella chiarezza, se si escludono dalle trattative regionali o dalle commissioni consiliari i lavoratori degli appalti e le loro organizzazioni sindacali si commette un grave errore perché questa forza lavoro è determinante per gli scali e deve avere pari dignità e rappresentanza visto che da anni percepisce salari da fame con il contratto multiservizi e per lo più è in part time. Non si può tenere il piede su due staffe come fa Usb, rivendicare...
Continua a leggere
  2042 Visite
  0 Commenti

Perché contrapporsi al Mes?

mes-1280x720
Perché quasi il 70% dei soldi del Mes sono stati impiegati in Grecia per restituire il debito che il Paese non riusciva a onorare a beneficio delle banche francesi e tedesche, circa il 17% e invece servito per ricapitalizzare le banche greche Siamo in presenza di un fondo che viene concepito unicamente per soccorrere il sistema bancario, in particolare dei paesi forti come la Francia e la Germania. Non serve per aiutare i popoli dei Paesi che beneficiano di questi prestiti, popoli su cui ricade l'onere della restituzione dei prestiti.La riforma del Mes sancisce l'ulteriore rafforzamento di questo meccanismo. Ad esempio con...
Continua a leggere
  2386 Visite
  0 Commenti

A 22 anni dalla Guerra nei Balcani: un orrore che l'occidente e l'Italia continuano a nascondere

La-guerra-nei-Balcani_
Sono trascorsi 22 anni dalla Guerra nei Balcani e tra pochi giorni ricorrerà l'anniversario dei primi bombardamenti contro Belgrado. Si è persa memoria, da tempo, di questa triste pagina della storia europea, la guerra nei Balcani è stata presto dimenticata archiviandola come conflitto interetnico per occultare le responsabilità occidentali nello smembramento della ex Jugoslavia attraverso l'esplosione di nazionalismi sanguinari. E, se a scrivere la storia sono sempre i vincitori, sul banco degli imputati non troviamo i nazionalisti del Kosovo, le milizie islamiche provenienti dall'Afganistan e successivamente protagoniste nel califfato, milizie che combattevano allora dalla parte dell'Occidente in funzione antiserba.Senza cadere nel...
Continua a leggere
  3342 Visite
  0 Commenti

Il Covid e i padroni sanciscono la fine del decreto dignità. I provvedimenti governativi

Precariet
All'ordine del giorno dell'agenda governativa le questioni inerenti il lavoro e come già detto andremo verso il rafforzamento della precarietà lavorativa e esistenziale. Che il “decreto Dignità” non fosse la soluzione di tutti i problemi era scontato ma almeno era riuscito a contenere il ricorso ai tempi determinati che rappresentano la voce principale dei nuovi posti di lavoro. Una legge non a caso avversata dalle associazioni datoriali e da numerosi partiti, della attuale e vecchia maggioranza, che facevano loro le critiche padronali. Oggi invece di rimuovere le regole che impediscono assunzioni stabili in deroga ai tetti di spesa si pensa solo a favorire i tempi...
Continua a leggere
  2397 Visite
  0 Commenti

Tiziano Tussi "Storia senza memoria. La rivoluzione bolscevica: memoria e fine"

storia
Tiziano Tussi ha da poco pubblicato, edizioni PGreco, un agile libretto sulla Storia senza memoria, due saggi dedicati alla rivoluzione bolscevica.Abbiamo posto alcune domande a Tiziano per aprire la discussione su comunismo e rivoluzione.D - Ogni volta che si ricordano gli eventi del passato si finisce con il costruire una narrazione ideologica rivolta al passato e quasi mai al presente.  Ci sono avvenimenti irrazionali che invece si sono verificati dimostrando che gli eventi di grande trasformazione della società non seguono logiche razionali precostituite e non sono da leggere secondo schemi ideologici. È il caso della Rivoluzione francese e di quella russa? Puoi...
Continua a leggere
Tag:
  2822 Visite
  0 Commenti

Intervista ai delegati della Cub negli aeroporti di Pisa sulla crisi aeroportuale

aerop
a cura della redazione Pisana di Lotta ContinuaAbbiamo intervistato Federico e Darius, sindacalisti della Cub di Pisa in merito alla crisi aeroportualeD. Il 25 febbraio una delegazione della Cub è stata ricevuta dal Prefetto, di cosa si è parlato?Era la giornata di mobilitazione nazionale indetta dalla Cub per rivendicare ammortizzatori sociali nuovi e migliori, destinati a tutti i lavoratori colpiti dalla crisi, a livello locale abbiamo focalizzato l'attenzione sulla situazione aeroportuale senza dimenticare la necessità di estendere a tutto il 2021 il divieto di licenziamenti collettivi visto che il termine di fine Marzo è alle porte e su una eventuale proroga il...
Continua a leggere
  2882 Visite
  0 Commenti

Solidarietà a lavoratori e lavoratrici Worsp!

tagli-sanit
Esprimiamo la massima solidarietà ad addetti/e al portierato degli ospedali di Cisanello e Santa Chiara di Pisa, impiegati in appalto dall’azienda Worsp di Livorno.Da ormai 12 mesi questi lavoratori sono in prima linea nella lotta alla pandemia, impegnati in una mansione fondamentale per la salute di tutti noi ed esposti ad un elevato rischio di contagio. Nonostante questo, sono costretti a lavorare in condizioni precarie, con turni massacranti e obbligati a reperibilità non pagate.I loro tentativi di intavolare una trattativa con la dirigenza, nel rispetto del CCNL di settore e delle più basilari libertà sindacali, si sono risolti con trasferimenti e ferie...
Continua a leggere
  2563 Visite
  0 Commenti

Il diktat padronale in materia di lavoro

manifestazione-confindustria
Al Governo stanno discutendo del nostro futuro e i sindacati firmatari di contratto stanno zitti e buoni.Nell'agenda di Draghi gli argomenti da trattare sono a tutti noti: dal blocco dei licenziamenti al recupero delle vaccinazioni in grave ritardo, dai fondi europei al fisco e alla Pubblica amministrazione.Il punto della situazione non lo fanno i lavoratori ma i padroni, come si legge su “Il Sole 24 ore”, con una intervista al presidente di Confindustria che detta le linee al nuovo Esecutivo.Sul blocco dei licenziamenti la posizione è chiara, andava bene un anno fa ma oggi rappresenterebbe un grave ostacolo per le imprese...
Continua a leggere
  3152 Visite
  0 Commenti

La Mobilità sociale non esiste

mobilit
 La mobilità sociale oggi non esiste e nei 40 anni neoliberisti si è praticamente arrestata se solo il 12 % dei figli di genitori poco istruiti arriva alla laurea.Fino alla fine degli anni Ottanta l'accesso all'istruzione universitaria era sicuramente più accessibile poi sono arrivati i numeri chiusi, le frequenze obbligatorie, l'aumento dei costi di iscrizione e per molte famiglie i coti sono diventati inaccessibili.Contemporaneamente si faceva strada l'idea che l'istruzione non fosse uno strumento di mobilità sociale con la retorica della straordinaria bellezza autoregolativa del mercato.Non a caso il Governo Draghi ha capito che la riduzione del numero dei laureati rappresenti un problema...
Continua a leggere
  2412 Visite
  0 Commenti

I draghi dei padroni

draghiii
Si è persa traccia dell'accorato appello per costruire nel paese un fronte democratico e antisovranista, quello lanciato da Cgil Cisl Uil , Arci e Anpi, tutti insieme appassionatamente per fermare il "barbaro" Carroccio. Un appello strumentale visto che quel pericolo agitato come spauracchio è seduto accanto a molti dei firmatari nell'arco parlamentare a sostegno di Mario Draghi. Appelli strumentali che rievocano spettri del passato quando si diceva di dovere arrestare l'ascesa di Berlusconi per salvare lo stato sociale dal neoliberismo, lo stato sociale che i governi tecnici e di centro sinistra hanno contribuito a svilire e ridurre nel corso degli anniPassiamo...
Continua a leggere
  2736 Visite
  0 Commenti

L’era dei Draghi

draghiii
L'incarico assegnato a Mario Draghi per formare un nuovo Governo sancisce la vittoria di quel partito trasversale favorevole al Mes e alle politiche di contenimento del debito.Si affermano le ragioni della finanza e dell'austerità, non a caso solo poche settimane fa Draghi, subito ripreso da Renzi, interveniva per chiedere modifiche sostanziali al Recovery per favorire interventi strutturali e non logiche assistenziali.Ma per lor padroni logiche assistenziali sono gli interventi a favore del lavoro e dei lavoratori, incremento degli ammortizzatori sociali oggi insufficienti per durata e per la platea dei beneficiari, estendere a tutto il 2021 il divieto dei licenziamenti collettivi, sottoscrivere...
Continua a leggere
  2648 Visite
  0 Commenti

Servono lavori urgenti agli alloggi Via Pungilupo a Pisa!

Via-Pungilupo-per-sito
Riceviamo e pubblichiamo voelentieri un comunicato dello sportelllo casa della CUB - PisaIn seguito alla riunione straordinaria della seconda commissione consiliare  dello scorso 11 novembre 2020, l’amministrazione comunale aveva preso una serie di impegni riguardo alle problematiche inerenti la disastrosa condizione delle case popolari a Pisa. In particolare, sottolineavamo la gravità della situazione di Via Pungilupo 45-47-49, in cui il crollo di un solaio aveva messo a repentaglio la sicurezza di inquilini e proprietari. Non solo, erano state segnalate anche infiltrazioni, problemi strutturali, e ammaloramento delle fioriere esterne in cemento armato.L’amministrazione si era impegnata a effettuare tutti i necessari lavori di...
Continua a leggere
  2524 Visite
  0 Commenti

Una soluzione esisterebbe contro la pandemia: vaccini e brevetti gratuiti. Sospendere il TRIPS

vaccini
 Le dosi dei vaccini arrivano con il contagocce e i paesi più poveri, sovente falcidiati dal Covid, rischiano di arrivare troppo tardi alle vaccinazioni, tardi per scongiurare la morte di milioni di uomini e donne.In Italia ricercatori pubblici hanno lavorato per la realizzazione di vaccini di altri paesi stranieri, manca nel nostro paese un diretto legame tra la ricerca e la produzione, anni di politiche errate e fallimentari che hanno ridotto all'osso il numero dei ricercatori senza investire nei centri di studio e di ricerca per innovarli e renderli al passo con i tempi.Sanità e ricerca pubblica dovrebbero essere i pilastri...
Continua a leggere
Tag:
  2173 Visite
  0 Commenti

Il compito della "nuova" storia

antifa
 Riprendendo Primo Levi non dobbiamo sforzarci di capire l'odio nazista ma guardare a come sia nato, in quali condizioni sociali, culturali, economiche e politiche.È quanto dovremmo fare tutti, contestualizzare e indagare senza fermarsi a riletture funzionali al presente, non si tema dunque l'approfondimento a partire dalle fonti, dai fatti reali.Nei nostri giorni gli storici finti dominano incontrastati, giornalisti si improvvisano ricercatori affidando alla stampa testi guidati politicamente, da qui nasce la rivalutazione di Mussolini e del Ventennio, del resto per decenni ci è stato detto che il fascismo ha fatto buone cose civilizzando paesi "selvaggi", "arretrati", portandovi strade e "civiltà". Peccato che gli apologeti...
Continua a leggere
  2502 Visite
  0 Commenti

A pensar male ci si indovina? A proposito di Renzi in Arabia Saudita alla corte di bin Salman

renzi
Forse l'opinione pubblica dovrebbe riflettere sulla visita di Renzi in Arabia Saudita e dalla stampa apprendiamo che la sua partecipazione alla Future Investment Initiative, la cosiddetta Davos del deserto, è stata pagata migliaia di dollari.Qualcuno obietterà che Matteo Renzi abbia tutto il diritto di partecipare a convegni dietro lauti compensi, del resto siamo abituati a ex presidenti americani che vanno in giro per il mondo intervenendo in convegni di varia natura ricevendo compensi milionari. Pensiamo ad un futuro incarico come presidente del Copasir o il Ministero degli Esteri, potremmo dormire forse sonni tranquilli?Ma la visita in Arabia Saudita non dovrebbe passare inosservata...
Continua a leggere
  2819 Visite
  0 Commenti

Se dietro alla flessibilità si occulta la precarietà…

precariet
 La precarietà fa male, lo sanno quanti o quante per anni hanno vissuto una sorta di Via Crucis tra contratti a tempo determinato e di collaborazione prima di conquistare, magari in età avanzata, il fatidico posto fisso.Nove anni di blocco delle assunzioni nella Pubblica amministrazione, assunzioni con contratti precari nel privato, nessun percorso formativo verso i nuovi lavori, porte chiuse del mercato (appunto il mercato) alle giovani generazioni troppo inesperte e con poche specializzazioni che si acquisiscono lavorando. E i vecchi espulsi dai cicli produttivi? Troppo costosi, ma soprattutto con un margine temporale di sfruttamento ridotto che spinge i datori a cercare...
Continua a leggere
  2218 Visite
  0 Commenti

Perché nessuno parla di Stellantis?

stellantis
 Nel paese non si parla delle questioni dirimenti e anche la nascita di Stellantis viene gettata nel dimenticatoio o relegata alle pagine economiche dei giornali che parlano non di lavoro ma di finanza, dei listini azionari, delle strategie industriali mai sostenute da considerazioni sulla tenuta dei posti di lavoro e sulla salvaguardia dei siti produttiviA seguire un comunicato della FLMU su Mirafiori, a conferma che le dichiarazioni del segretario Cgil Landini sono ancora una volta aria fritta perché assecondano processi di fusione tra marchi e multinazionali chiedendo astrattamente la salvaguardia dei posti di lavoro Da tempo gli operai denunciano le gravose condizioni...
Continua a leggere
  2238 Visite
  0 Commenti

Con il dovuto rispetto possiamo dissentire sull'appello lanciato da Anpi, Arci. Cgil Cisl Uil e da innumerevoli partiti al Governo del Paese?

appello
 Pubblichiamo un intervento di Federico Giusti (nostro redattore) e Fabio Sebastiani (controlacrisi.org) perché riteniamo imprescindibile aprire un dibattito sull'eventuale sostegno al Governo da parte dell'associazionismo, dei sindacati, di circoli culturali e realtà sociali.Siamo davanti alla ennesima e incolore riproposizione delle alleanze nazionali, dei cosiddetti fronti unici funzionali alla salvaguardia di Governi, assetti di potere, poltrone parlamentari. Ricordiamo invece ben altri fronti unici che mettevano al centro dei loro obiettivi la difesa della classe operaia, di una democrazia intesa come partecipazione attiva alle decisioni da intraprendere , di una concezione dello stato che partiva dall'indirizzo a fini sociali dell'economia sotto un controllo...
Continua a leggere
  2633 Visite
  0 Commenti

Una crisi annunciata o un nulla di fatto? Mes o Recovery?

crisi-di-governo-conte-630x355
 Italia Viva ha ritirato i ministri Bellanova e Bonetti e il sottosegrario Scalfarotto che rappresentavano il partito di Renzi nel Governo Conte, ora si aprono vari scenari tra i quali un possibile rinvio al Parlamento per il voto a favore dell'esecutivo oppure una crisi che potrebbe portare alle dimissioni del Presidente del Consiglio e il mandato a una figura alternativa.Non sono certo gli scenari governativi a interessarci, dovesse arrivare Draghi la situazione sarebbe ancora peggiore con un Premier espressione della finanza e dei poteri economici (veramente) forti. L'iniziativa di Renzi ha rotto di fatto un equilibrio fragile, la popolarità del Governo nella...
Continua a leggere
  2328 Visite
  0 Commenti

Strage di Viareggio: cronaca di ingiustizia annunciata?

viareggio
Fatta decadere l'aggravante dell'incidente sul lavoro è stata possibile la prescrizione di alcuni reati. È questo, in estrema e crudele sintesi, quanto emerge dalla Sentenza di Cassazione che rinvia i vertici di Trenitalia in Corte d'appello ma senza quelle aggravanti derivanti dalla mancata sicurezza sul lavoro.Qualcuno potrà anche obiettare che la prescrizione non determini ipso facto la assoluzione, nei fatti un reato prescritto non determina la piena innocenza ma fino a prova contraria sancisce la parola fine a ogni processo per gli imputati.E la prescrizione potrebbe ripresentarsi per il reato di disastro ferroviario, così se non arriverà presto una sentenza di Appello anche l'ultimo...
Continua a leggere
  2487 Visite
  0 Commenti

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Sghing - Messaggio di sistema