Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://lotta-continua.it/

Cronaca di una morte annunciata

adil-coordinatore-del-si-cobas-novara_1

Non è il primo morto nella logistica, già alcuni anni fa un delegato sindacale Usb venne travolto e ucciso da un camion che aveva forzato il blocco dei cancelli nel corso di uno sciopero. In questi anni alcuni lavoratori sono stati feriti mentre stazionavano ai cancelli dei magazzini della logistica per rivendicare condizioni dignitose di vita e di lavoro A distanza di pochi giorni dalla aggressione di squadracce ai danni di attivisti del Sicobs, dopo la distruzione del presidio alla Texprint di Prato nel corso della quale sono stati aggrediti alcuni lavoratori, è arrivato il morto nel corso dello sciopero nazionale della logistica indetto da Sicobas, Adl, Cub e Usb lavoro privato.

Siamo davanti a una vera e propria escalation di violenza contro i lavoratori della logistica che in questi mesi stanno portando avanti una dura lotta per scongiurare centinaia di licenziamenti decisi dalle multinazionali, per contrastare i processi di delocalizzazione costruiti ad arte per evitare la combattività dei lavoratori. Siamo davanti a fatti di inaudita gravità dettati dalla decisione di sopprimere le conquiste salariali e contrattuali ottenuti con anni di vertenze e di scioperi.

Non siamo davanti a un semplice problema di ordine pubblico, i padroni stanno scatenando una guerra contro i lavoratori della logistica e presto estenderanno la guerra a tutti gli altri settori una volta ripristinati i licenziamenti collettivi.

Vogliono isolare e criminalizzare le lotte nella logistica per trasformare le violenze ai loro danni in episodi marginali o in scontri tra gruppi di operai.

Nel silenzio assenso del Governo Draghi sta prendendo corpo la lotta di classe dei padroni che ricorrono a guardie private per rimuovere i picchetti davanti ai magazzini della logistica. Questa inaudita violenza padronale avviene nel silenzio assenso delle istituzioni.

La morte di Adil ci riguarda tutti\e, lavoratori e lavoratrici del privato e del pubblico, è un campanello di allarme per quanto potrà accade nei prossimi mesi nel mondo degli appalti anche grazie all'innalzamento del subappalto che sappiamo spianerà la strada al deterioramento delle condizioni di vita e di lavoro

Redazione Lotta Continua

UNA RISPOSTA ALL'ALTEZZA DELLA VIOLENZA PADRONALE

Durante lo sciopero (sciopero nazionale della logistica DI SI Cobas e USB), AMMAZZATO da un crumiro, il coordinatore dei SI COBAS di Novara Adil Belachdim. Fermiamo il nuovo squadrismo messo in campo dai padroni. Facciamo dell'incontro di domani alla CASA ROSSA, organizzato per le 17, da CARC e CASA ROSSA, con il compagno NO TAV Alessandro Della Malva,un primo momento nel nostro territorio di costruzione di una risposta all'altezza della violenza padronale. Associazione culturale

CASA ROSSA SPOLETO

Il Bibliotecario delle Brigate Rosse - Recensione
Codici di comportamento aziendali: la repressione ...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 24 Settembre 2021

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.

È disponibile il nuovo numero del giornale del 2021 (aprile-maggio).

Solo on-line.

Leggilo on line

Sghing - Messaggio di sistema