Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

Il governo gialloverde annuncia un 2019 di sgomberi

Schermata-2015-11-13-alle-13.32.53-e1451260562217

Pubblicata la circolare del Ministero sugli sgomberi immediati per gli immobili occupati. Il tempo massimo per sgomberare è fissato a 15 mesi, diciamo massimo perché l'obiettivo è assai più ambizioso.
La circolare dell’Interno del 18 dicembre parte dalla immediata attuazione di alcune norme contenute nel decreto sicurezza (Dl 113/2018, ora legge 132/2018), sviluppa quanto già anticipato in un'altra circolare, quella del 1 Settembre, che dava indicazioni alle Prefetture di operare in sinergia con gli enti locali e le forze dell'ordine, per censire gli immobili occupati

Dopo il censimento e l'approvazione del Pacchetto Sicurezza i tempi diventano sempre più stretti. Cosa avverrà allora nei prossimi mesi?

La Magistratura si attiverà ad inizio anno per gli atti necessari al rilascio degli immobili trasmettendo alla Questura la richiesta di sgombero

La Questura può procedere da sola o se esistono fondati timori di turbative dell'ordine pubblico, si rinvia al tavolo Prefettizio;
Il Prefetto a sua volta dovrà farsi carico dell'ordine di sgombero individuando le persone in condizione di fragilità e al fine di reperire possibili situazioni verrà messa in piedi la cabina di regia istituzionale. Passati 90 giorni, il Prefetto comunica alla Questura la data dello sgombero che dovrà avvenire entro e non oltre 12 mesi.

Alla luce di questa tempistica possiamo immaginare il prossimo anno, 2019, come l'anno degli sgomberi di immobili e della tolleranza zero verso le occupazioni con ripercussioni sociali infinite su soggetti sociali particolarmente fragili per i quali non esiste alcuna prospettiva seria di trovare una casa o uno spazio dove socializzare bisogni e risposte a un diritto di cittadinanza ormai vilipeso e negato

 Federico Giusti.

Ventimiglia: l’attacco alla solidarietà.
Fiat Chrysler: trattativa o ennesima sconfitta ann...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 18 Settembre 2019

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Joomla Extensions
Sghing - Messaggio di sistema