Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://lotta-continua.it/

La lotta contro i poveri. Un’intervista

poveri

La lotta contro i poveri. Un’intervista

 In Toscana ci sono oltre 42mila persone che saranno private del reddito di cittadinanza, solo a Pisa pensiamo siano migliaia le famiglie interessate a questi tagli.

Cosa faranno allora quanti si troveranno privati del reddito di cittadinanza?

Domanda senza risposta, i sussidi e gli aiuti statali sono ormai ridotti al lumicino, aumenteranno i casi di morosità incolpevole con lo spettro degli sfratti oppure si rinuncerà a cure mediche mettendosi in fila alla Caritas per un pasto.  

Siamo davanti a una vera e propria guerra ai poveri perchè ad essere colpiti sono gli indigenti, quanti non sono in condizioni di essere utilizzabili perfino per qualche lavoro sottopagato non avendo le competenze necessarie o una condizione di salute indispensabile per farlo

Questa e non altra è la situazione sociale in cui si trovano decine di migliaia di uomini e donne, si trovano mille scappatoie per accordare aiuti alle imprese o per sovvenzionare giornali che poi ritroviamo attivi nella campagna contro il salario minimo e il reddito di cittadinanza

E bollati come fannulloni possiamo essere tutti\e, dai dipendenti pubblici (ricorderete le invettive di un vecchio ministro della PA) ai percettori di reddito di cittadinanza fino a quanti fanno la fila ai vecchi centri di collocamento senza mai trovare una offerta occupazionale dignitosa

Abbiamo intervistato Marco, 54 anni, per riportare la sua testimonianza

Come farai senza reddito?

Non ho ancora capito il mio futuro, nel caso della mia compagna è possibile che percepisca un assegno inferiore al passato, io invece no. Ho lavorato come facchino quasi 27 anni poi un tumore mi ha reso inabile anche se il punteggio di invalidità è troppo basso per avere un assegno. Porto i volantini in giro, 30 euro al giorno ma anche 20 km a piedi, è il solo modo per avere un'entrata, in tutto sono circa 170 euro alla settimana quando va bene. 

Poi vado ad aiutare il sabato un commerciante e riesco a prendere della verdura per tutta la settimana, delle uova e dell'acqua, non tutte le settimane ma almeno una volta o due al mese possiamo mettere in tavola in pranzo e la cena con questa piccola entrata. Una vita da indigente, avevo rateizzato il debito con le case popolari ma ora non so se riuscirò a farlo da settembre in poi. 

Mi hanno offerto un posto di lavoro a Livorno, anzi in provincia di Livorno, 4 ore al giorno per 20 ore settimanali. Impiegavo solo per spostarmi un'ora e 40 alla andata e altrettanto al ritorno, poi sono sorti i problemi di salute e ho dovuto rinunciare, mi alzavo alle sei per ritornare alle 14.30, il tutto con mezzi pubblici carenti e per meno di 600 euro al mese dai quali togliere le spese del treno e del bus. Fatti due conti restavano più o meno 400 euro, forse anche meno, ero così stanco da restare a letto nel pomeriggio alzandomi solo per preparare la cena alla compagna e a suo figlio di 17 anni.  

Se avessi avuto salute sicuramente mi sarei tenuto stretto quell'impiego ma la salute non c'è da tempo. Non chiedo l'impossibile, sarebbe stato sufficiente avere lo stesso lavoro nelle vicinanze o nei comuni vicini a Pisa, per il mio profilo non c'erano altre offerte. Vivo in una condizione di perenne disagio, sono in cura per depressione e non so, senza il reddito, quale vita mi aspetti.

A cura della redazione pisana di Lotta Continua

 

Le contraddizioni e il business della transizione ...
Come si campa con 5\600 euro al mese?

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 22 Febbraio 2024

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Sghing - Messaggio di sistema