Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://lotta-continua.it/

Fermiamo il selvaggio sfruttamento in Israele dei lavoratori palestinesi, arabi e ebrei di ultima generazione.

palestina

Fermiamo il selvaggio sfruttamento in Israele dei lavoratori palestinesi, arabi e ebrei di ultima generazione.

Solidarietà attiva con i prigionieri politici in sciopero della fame

Uno dei ministri del nuovo Governo di Israele è stato condannato per il sostegno accordato al terrorismo sionista a conferma che l'attuale Esecutivo si poggia su una maggioranza che non fa mistero delle sue posizioni razziste e imperialiste.

Poco si sa delle condizioni di vita e di lavoro in Israele, un paese nel quale la forza lavoro araba e palestinese è storicamente sfruttata, con irrisori diritti e tutele. E negli ultimi anni è stata incentivata una nuova immigrazione ebraica da paesi poveri per sostituire parte della forza lavoro araba in lavori sottopagati e ad alto indice di sfruttamento.

Nel 2022 Israele ha accresciuto il prodotto interno lordo del 6,3% trainato da alcuni settori come l'high-tech e da straordinarie entrate che hanno determinato, per la prima volta da decenni, un avanzo nel bilancio pubblico.

Gli investimenti tecnologici li ritroviamo per altro ampiamente utilizzati anche in ambito militare, è questo ultimo settore dirimente per l'economia israeliana come dimostra l'aumento della produzione bellica e della sua esportazione. Le esportazioni israeliane, che costituiscono circa il 30% dell’attività economica del paese, dovrebbero aumentare di oltre il 10% fino a raggiungere livelli record compresi tra i 160 e i 165 miliardi di dollari nel 2022, secondo una stima prudente pubblicata domenica scorsa dall’Amministrazione commercio estero del Ministero degli esteri. Le esportazioni di servizi, compresi i servizi tecnologici come software e varie soluzioni di ricerca e sviluppo (R&S), hanno probabilmente superato le esportazioni di merci per il secondo anno consecutivo, con il 51% per i servizi contro il 49% per le merci. L’Europa si conferma il principale partner commerciale di Israele rappresentando il 38% delle esportazioni, seguita dalle Americhe con il 35% e dall’Asia con il 24%.
Israele quarta migliore economia tra i paesi Ocse - Israele.net - Israele.net

Mentre lo stato di Israele si arricchisce e gioca un ruolo di guerra nello scacchiere medio orientale, palestinesi e gli arabi vivono in condizioni di miseria e sotto occupazione militare, migliaia di detenuti politici sono o in attesa di giudizio e arbitrariamente detenuti e decine di loro sono scesi in sciopero della fame nel silenzio dei media occidentali per i quali Israele è solo una vittima 

 

  • un quarto dei Palestinesi è disoccupato e vive con pochi euro alla settimana
  • oltre la metà dei palestinesi della Cisgiordania sono disoccupati
  • I territori sotto controllo dell'Anp (Autorità nazionale palestinese) vivono con uno dei più grandi sovraffollamenti umani, l'energia elettrica e l'acqua sono razionati e gestiti direttamente da Israele che continua con la sua politica di espropriazione delle terre palestinese colonizzandole attraverso strutture paramilitari.
  • un quarto dei lavoratori palestinesi vive in condizioni di povertà assoluta
  • dopo la pandemia oltre 450 mila palestinesi ha perso il lavoro
  • molti palestinesi che vivono nei territori occupati hanno subito la revoca del permesso che consentiva loro di lavorare, spesso senza un regolare contratto, in Israele
  • oltre 130 mila palestinesi lavorano nelle colonie illegali a un costo orario irrisorio e senza tutele contrattuali

Il boom economico Israeliano è avvenuto grazie alla produzione e esportazioni di tecnologia industriale e militare e allo sfruttamento sistematico della forza lavoro araba e palestinese.

Le condizioni disumane nelle carceri di Israele violano ogni tipo di diritto umano e civile

Ricostruiamo allora una solidarietà attiva verso il popolo palestinesi e i prigionieri politici detenuti

Redazione di Lotta Continua


 

L'EZLN celebra 29 anni di rivolta armata in Chiapa...
Perù: massacro brutale a Juliaca da parte delle fo...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 26 Marzo 2023

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Sghing - Messaggio di sistema