Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://lotta-continua.it/

L'EZLN celebra 29 anni di rivolta armata in Chiapas.

zapatisti

L'EZLN celebra 29 anni di rivolta armata in Chiapas.

Elio Henríquez, corrispondente  

I membri dell'EZLN si sono incontrati per celebrare i 29 anni della rivolta armata in Chiapas. Foto José Carlo González

San Cristóbal de las Casas, Chis. L'Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN) ha celebrato il 29° anniversario della rivolta armata avvenuta il 1° gennaio 1994 con un appello ai giovani a non emigrare negli Stati Uniti affinché la lotta, la causa e il seme rimangano vivi.

Voi giovani, in questo momento che siete incoraggiati a entrare nella lotta, non vorremmo che domani faceste come tanti altri che sono partiti come migranti e hanno abbandonato la resistenza, ha detto il gruppo in un messaggio letto in tzotzil al Caracol situato al Centro Indigeno di Formazione Integrale (Cideci), con sede a San Cristóbal.

Se è così, ha aggiunto, non potremo andare avanti. Vorremmo che continuaste nella resistenza, coltivando le nostre terre, promuovendo le nostre fonti di occupazione nelle nostre comunità, nei nostri ejidos (comunità indigene), ma che non partiste come migranti, perché quando tornate non venite più con l'idea di ​combattere. "Le diserzioni e l'abbandono delle cause è per questo."

Centinaia di zapatisti hanno partecipato alla celebrazione iniziata alle 22:30 di sabato.

"Oggi festeggeremo i 29 anni di una lotta iniziata il 1° gennaio 1994. Molti di voi giovani, molti di voi non hanno partecipato a questa lotta, ma è importante che oggi ricordiamo quell'importante evento", ha detto in un documento letto per un uomo e una donna.

“Voi che non conoscete quella storia, in quella lotta, compagni e compagne hanno versato il loro sangue. Ci sono stati 46 caduti e vogliamo tenerlo a memoria; Che quel sangue versato non venga cancellato dalla storia, dai nostri cuori e dai nostri pensieri”.

Ha aggiunto: “Voi giovani che vi siete appena uniti alla lotta, vorremmo che continuaste perché il seme non muoia. Molti sono rimasti indietro, molti di coloro che hanno partecipato sono già morti o non hanno trovato nulla e hanno abbandonato la lotta”.

Ha affermato che se la migrazione continua “non saremo in grado di andare avanti. Vorremmo che continuassimo a resistere con voi, coltivando le nostre terre, favorendo le nostre fonti di occupazione nelle nostre comunità, nei nostri ejidos, ma che non partiste come migranti, perché quando se ne vanno, non tornano più con l'idea di combattere. Ecco perché le diserzioni, l'abbandono delle cause”.

Per questo, ha sottolineato l'EZLN, chiediamo loro di sensibilizzare e di non andare negli Stati Uniti come migranti affinché la lotta, la causa e il seme rimangano vivi.

La festa si concludeva all'alba con un ballo popolare con la presenza di spicco di molte donne, alcune delle quali portavano i figli sulle spalle.

La Jornada

…la lotta continua!

 

Chi finanzia le testate nucleari
Fermiamo il selvaggio sfruttamento in Israele dei ...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 02 Febbraio 2023

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Sghing - Messaggio di sistema